casa di paglia “malta ragge”


Casa di paglia “malta ragge” Grottammare (AP) Marche


casa sperimentale, realizzata totalmente in auto-costruzione con la tecnica GREB

 

Località del cantiere: Grottammare (AP)
Mastro artigiano e formatore: Stefano Mattei
auto-costruttori e architetti: arch.Sara Campanelli, arch.Isabella Cocci
Ing.e geometra: Carlo censori, Andrea Croci
Auto-costruttori e corsisti:  Enrico, Betta, Stella,  Danilo, Diego, Roberta, Daniela, Simona, Fabio, Mirko, Nicola, Giuseppe, Pierfilippo,  e con il contributo di Valeriano, Alessandro, Salvatore, Stefano e tutti quelli che sono passati a salutare

Per quale motivo i proprietari hanno voluto una casa in legno e paglia?

Bhè la prima risposta è certamente perché non si può  più continuare a costruire in  maniera convenzionale!  Betta ed Enrico credono nel potere della natura intesa come generatore di qualsiasi energia e bisogno  credono anche che le tecnologie della terra cruda, della pietra, del legno e della paglia, costituiscono ancora, non solo il presente ma inverosimilmente il loro prossimo futuro. 

Perché lo  studio arch.Officina in collaborazione con Edilpaglia gli abbiamo proposto la realizzazione della loro casa con questa tecnica?

 

 

La casa di PAGLIA è una casa NATURALE capace di soddisfare qualsiasi bisogno umano. Una casa ecologica, destinata a durare nel tempo, efficiente e autonoma dal punto di vista energetico, sicura strutturalmente, salutare, calda d’inverno e fresca d’estate e realizzata con materiali a km zero. Una casa con molte GARANZIE per il futuro: la casa di paglia è sicura, economica e sostenibile. Crediamo anche che sia indispensabile ricorrere a questo tipo di architettura dal  momento in cui quasi la metà delle emissioni di gas serra immesse nell’atmosfera sono dovute alle pratiche edilizie tradizionali e ai consumi energetici degli edifici. L’uso in edilizia di materiali naturali e l’attivazione di procedure edilizie a basse emissioni di CO2 e spreco delle risorse, sono fondamentali per rendere la situazione edilile più sostenibile per il pianeta.

La casa di paglia “malta ragge”  l’esempio più calzante di architettura sostenibile

La casa “malta ragge” di Grottammare  prende il nome dalla passione di Enrico  proprietario insieme a Betta della casa, per la musica ragge, musica che ci ha accompagnato durante tutto lo svolgimento del corso.

La casa è un ampliamento di 32 mq annesso ad una casa esistente agli anni ’70 realizzata da un gruppo di  13 auto-costruttori durante un corso di 4 giorni . La piccola casa “malta ragge” ha un aspetto semplice e compatto , si sviluppa su un unico livello composto da una zona giorno e un bagno .

Questo è uno dei primi esperimenti nelle Marche e in particolare modo il primo esempio per l’ascolano  di utilizzo di murature in paglia rivestite con malte gettate in opera, ispirate a quelle usate nella tecnica canadese del GREB. Quattro sono gli elementi che compongono la casa: paglia, terra, legno e calce.

Una casa a km 0 infatti la paglia e la terra utilizzate provengono dalle immediate vicinanze,  la paglia proveniente da un grano coltivato in maniera naturale ed etica è stata raccolta nella vicina Valle dell’Aso,  mentre la terra è stata scavata direttamente in cantiere. La pianta dell’edificio è semplice e compatta, quindi anche la forma contribuisce al risparmio energetico. Gli affacci e le aperture sono state massimizzate a sud, mentre il lato nord (che ospita scale e servizi) presenta il minor numero di aperture possibile.

La struttura portante è realizzata in legno di abete e la muratura in balle di paglia poi una volta Terminata la struttura e la messa in opera delle balle le pareti sono state ulteriormente coibentate con  getti di malta grep similmente alla tecnica grep francese, questa malta da alla muratura  maggiore solidità rispetto al solo intonaco, è stata usata calce, terra, trucioli di legno e sabbie a diverse granulometrie e proporzioni. Una vera e propria sperimentazione sui materiali e la loro combinazione.
E gli impianti? Per quanto riguardano gli impianti invece  sono stati realizzati tradizionalmente, con una grande sorpresa da parte dell’idraulico e dell’elettricista che hanno apprezzato la semplicità delle messa in opera, nessuna traccia!!!

Le finiture in terra e calce:  Gli intonaci interni che saranno realizzati il prossimo mese e  saranno quelli interni in terra locale per garantire all’abitazione una  naturale regolazione dell’umidità, con finitura e tinteggiature realizzate con pigmenti di ossidi e terre colorate, mentre gli intonaci esterni strano realizzati in  in grassello di calce; i pavimenti saranno realizzati in legno.

La casa di paglia è ecologica e sostenibile,  sicura sotto tutti i punti di vista e indubbiamente economica.
 Purtroppo o per fortuna, però, non vedremo mai un grattacielo, un aeroporto o uno stadio fatto di paglia, almeno fintanto che lo sviluppo di questa tecnologia non trovi delle soluzioni più affini a queste tipologie costruttive

Costruire con le balle di PAGLIA è possibile vuoi approfondire la tua conoscenza e auto-costruirti la tua casa di paglia?
(clicca qui ) e scarica il report gratuito _case di paglia e sistemi bio-cliamtici_ (scarica gratis ora)